Tramite la Strada Statale della piccola Sila si raggiunge la riserva Naturale delle Valli Cupe. Un  vero paradiso in Terra!

La Riserva Naturale Regionale delle Valli Cupe è stata istituita con legge regionale del 21 dicembre 2016. È un’importante area naturalistica della Calabria, segnatamente della Presila catanzarese, a 50 minuti dalle riposanti viuzze di Sellia. L’area protetta è costituita da tre corpi: canyon Valli Cupe-Monte Raga, Crocchio e Campanaro. I primi due corpi sono nel comune di Sersale, il terzo Campanaro, è compreso tra il territorio di Sersale e Zagarise. La particolarità dell’area è legata alla presenza di cascate, canyon, alberi secolari, rarità botaniche e monoliti. Insiste nell’area, collegata alle attività della Riserva, una rete museale.

Il sentiero che conduce al canyon delle Valli Cupe, dal comune di Sersale, esisteva sin dall’800 d.C. e collega 4 monasteri basiliani. L’area è affascinante e rappresenta un modello di sviluppo endogeno, al punto che secondo Legambiente è una delle più interessanti green community del Mezzogiorno. La particolare configurazione morfologica delle Valli Cupe consiste nella esistenza di un enorme canyon lungo il percorso del fiume che entra in una vaste valle so

 

tto il Monte Raga. Questa configurazione è dovuta ad un contatto geologico di natura tettonica (una faglia ad alto angolo), che mette in contatto dei terreni sedimentari del Oligocene-Miocene inferiore molto consistente (brecce e conglomerati cementati), con delle formazioni rocciosi metamorfici e granitoidi Paleozoici fragili. Il fiume ha scavato un canyon ripido nei terreni Oligo-Miocenici entrando nella larga valle dei terreni granitici e metamorfici erosi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *